Misure a sostegno della famiglia - novità anno 2022 - DOTE FAMIGLIA

Pubblicato il 6 luglio 2022 • Sociale

DOTE FAMIGLIA è un contributo, collegato alla Carta Famiglia regionale, rivolto ai figli minori fino ai 18 anni non compiuti per incentivare la fruizione di prestazioni e servizi di carattere educativo, ludico e ricreativo e per conciliare i tempi di vita familiare con quelli lavorativi.

Le spese oggetto del rimborso devono riguardare prestazioni e servizi svolti all’interno del territorio regionale e riguardanti le seguenti categorie:

  1. servizi di sostegno alla genitorialità ed educativi, organizzati in orari e periodi extra scolastici (a titolo di esempio: centri estivi, doposcuola, baby sitting);
  2. percorsi di sostegno scolastico o di apprendimento delle lingue straniere (a titolo di esempio: ripetizioni e corsi di lingua);
  3. servizi culturali (a titolo di esempio: l’accesso a musei, concerti, teatro sia con biglietto sia con abbonamento indicanti il nominativo del minore);
  4. servizi turistici (a titolo di esempio: gite scolastiche, viaggi di istruzione, visite didattiche);
  5. percorsi didattici e di educazione artistica e musicale (a titolo di esempio: frequenza a laboratori, atelier, percorsi didattici su tematiche specifiche);
  6. attività sportive (a titolo di esempio: corsi e ritiri sportivi).
     

Per l’anno 2022 il contributo potrà essere richiesto per le spese già effettuate a partire dal 1° gennaio 2022.

Per l’anno 2022, il contirbuto Dote famiglia è pari a 500 euro per ciascun figlio minore.

L'importo viene ridotto a 250 euro se il titolare di Carta famiglia risiede in regione da meno di 5 anni.

L'importo viene maggiorato di 100 euro se nel nucleo familiare è presente una persona con disabilità.

L’importo della Dote famiglia viene erogato nella sua totalità qualora l’ammontare delle spese dichiarate e considerate ammissibili siano pari o superiori al contributo spettante.

Nel caso di spese inferiori all’importo della Dote famiglia spettante, il contributo viene rideterminato.

Per richiedere DOTE FAMIGLIA è necessario possedere i seguenti requisiti:

- essere titolare di una Carta Famiglia regionale, in corso di validità, con figli minori a carico* nel nucleo familiare;

- appartenere ad un nucleo familiare con indicatore ISEE minorenni ,in corso di validità, non superiore a 30.000 euro;

- nel periodo intercorrente dal 1 gennaio al 31 dicembre 2022 aver sostenuto spese per la fruizione di prestazioni e servizi svolti all’interno del territorio regionale riguardanti le categorie suindicate.

* Con figlio minore a carico si intende il figlio fiscalmente a carico: figli che nell’anno precedente hanno posseduto redditi, che concorrono alla formazione del reddito complessivo al lordo degli oneri deducibili, di importo fino a 4.000 euro (Testo unico imposte sui redditi DPR n. 917 del 22.12.1986, articolo 12, comma 2).

Il possesso dell’ISEE non è richiesto alla madre con figli minori a carico inserita in un percorso personalizzato di protezione e sostegno all’uscita da situazioni di violenza debitamente attestato dal Servizio Sociale dei Comuni o da un Centro antiviolenza o da una Casa rifugio operanti nel territorio del Friuli Venezia Giulia che siano iscritti nell’elenco regionale delle strutture antiviolenza (art. 19 L.R. 12/2021 ) o che, nelle more di istituzione dello stesso, siano in possesso dei requisiti minimi sanciti dall'Intesa Stato-Regioni e Autonomie locali del 27 novembre 2014 .

Per la presentazione della domanda di DOTE FAMIGLIA sarà necessario:

  1. Dotarsi di ISEE minorenni in corso di validità*;
  2. Verificare di essere intestatario di una Carta Famiglia regionale in corso di validità;
  3. Avere a disposizione tutta la documentazione giustificativa delle spese già sostenute per tutti i figli minori a carico del nucleo familiare nell'anno di riferimento, da allegare alla domanda (si ricorda che la domanda va fatta un'unica volta allegando tutta la documentazione necessaria);
  4. Presentare la domanda esclusivamente sul portale regionale della Regione attraverso SPID-Sistema pubblico di identità digitale Carta d’Identità Elettronica (CIE) Carta Regionale dei Servizi (CRS) , seguendo le istruzioni regionali ed allegando tutta la documentazione giustificativa necessaria.

* Il possesso dell’ISEE non è richiesto alla madre con figli minori a carico inserita in un percorso personalizzato di protezione e sostegno all’uscita da situazioni di violenza debitamente attestato dal Servizio Sociale dei Comuni o da un Centro antiviolenza o da una Casa rifugio operanti nel territorio del Friuli Venezia Giulia che siano iscritti nell’elenco regionale delle strutture antiviolenza  (art. 19 L.R. 12/2021 ) o che, nelle more di istituzione dello stesso, siano in possesso dei requisiti minimi sanciti dall'Intesa Stato-Regioni e Autonomie locali del 27 novembre 2014 .

La domanda di Dote famiglia potrà essere richiesta a partire da luglio 2022 ed entro il termine del 31 dicembre 2022 esclusivamente tramite il Front end dedicato disponibile sul sito della Regione

https://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/famiglia-casa/politiche-famiglia/FOGLIA44/

È possibile accedere al Front end solo attraverso una delle seguenti modalità:

  1. SPID - Sistema pubblico di identità digitale
  2. CIE - Carta d’i dentità elettronica italiana
  3. CRS – Carta Regionale dei Servizi

La domanda di Carta famiglia può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno, anche contestualmente alla richiesta di benefici eventualmente attivati dall’Amministrazione regionale

La Dote famiglia è cumulabile con altri benefici e contributi o sgravi fiscali concessi al nucleo familiare esclusivamente per la spesa non coperta dalla Dote e comunque non oltre la spesa complessivamente sostenuta.

La Dote famiglia non è cumulabile con il contributo Abbattimento rette regionale per i Servizi per la Prima Infanzia di cui alla L.R. n. 20 del 18.08.2005 art. 15 .

Sono ammissibili le spese sostenute dal 1° di gennaio al 31 dicembre 2022.

IMPORTANTE

La spesa sostenuta dev’essere comprovata da idonea documentazione giustificativa (a titolo di esempio: fattura, ricevuta) e dall’effettivo pagamento (a titolo di esempio: bonifico, ricevuta quietanzata).

La documentazione giustificativa della spesa deve soddisfare i seguenti requisiti:
• essere intestata a uno dei soggetti inseriti nel nucleo familiare;
• contenere l’indicazione espressa della tipologia di prestazioni e servizi riconducibili a quelli previsti;
• riportare i nominativi dei minori che accedono alle prestazioni e servizi. 

La documentazione relativa ai pagamenti effettuati deve:
• essere riconducibile alle prestazioni e servizi previsti;
• riguardare pagamenti già effettuati alla data di presentazione della domanda;
• nel caso di figli minori che compiono 18 anni nel corso del 2022, essere effettuata prima del compimento della maggiore età.

 

Per ogni ulteriore aggiornamento è possibile consultare la pagina dedicata sul sito della Regione link pagina dedicata DOTE FAMIGLIA